Natura - Ca' de Noci
vino,biologico,azienda agricola,ca de noci,giovanni masini,spergola
621
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-621,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.2,menu-animation-underline,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.4,vc_responsive
 

Naturale in vigna

Dal 1993 l’agricoltura biologica certificata è l’unico metodo di coltivazione di Cà de Noci.
Certificata vuol dire controllata perchè la trasparenza è la garanzia.

La cura dell’ecosistema è la priorità che va oltre le certificazioni e assorbe tutti i nostri sforzi ed i nostri studi. I nutrienti per le piante derivano da compostaggio curato in azienda.
L’inerbimento spontaneo nei filari, con sfalci a file alterne effettuati nei momenti peculiari della stagione mantengono le vigne in equilibrio e favoriscono l’humus del suolo.

La prevenzione delle malattie è naturale con basse dosi di rame e zolfo impiegati al bisogno, insieme a estratti d’alga, oli essenziali e microelementi, che stimolano il naturale processo di autodifesa della pianta, senza interferire nella biodiversità dell’entomofauna utile.

Il mantenimento dell’equilibrio produttivo richiede interventi di potatura invernale molto mirati, senza interventi invasivi sulla chioma in fase vegetativa.

La gestione delle vigne, senza irrigazioni o concimazioni, richiede una attenta cura del cotico erboso, per evitare ogni erosione o compattamento e per generare un ricco e continuativo scambio radicale tra vite suolo e piante erbacee.

La biodiversità in vigna, nel bosco e nel prato contribuisce alla resistenza del territorio ai mutamenti climatici, aiuta ad abbattere i livelli di anidride carbonica ed è polmone di ossigeno per il nostro ecosistema.

Naturale in cantina

La vendemmia è effettuata rigorosamente a mano, per preservare l’integrità dei grappoli e consentire una accurata selezione delle uve migliori.
Tale raccolta permette di pigiare alle ore più fresche della mattina favorendo una più lunga e lenta fermentazione sulle bucce in presenza di lieviti indigeni.
Ogni vino nasce alla pigiatura con scelte precise di uvaggio e macerazione per evitare ogni intervento di tecnologia enologica invasivo, senza tagli senza conservanti e senza utilizzo di solforosa in nessuna fase di vinificazione, per la massima espressione delle uve e dell’annata.
Il lavoro in cantina è in continua evoluzione per il rispetto dell’ambiente con opere di coibentazione e risparmio energetico, riducendo ogni impatto della nostra attività sull’ecosistema.
La salute di noi che beviamo è il pensiero ad ogni azione ad ogni nuova idea e ad ogni nuovo vino che nasce e si propone di stupire i nostri sensi.

passo dopo passo oltre il BIO:
la cura quotidiana del nostro cielo con i piedi per terra

Controllo e certificazione ICEA
Istituto Certificazione Etica e Ambientale

Nei pochissimi anni dell’era industriale il genere umano ha cambiato qualità dell’aria, temperature e dinamiche climatiche con comportamenti basati solo sull’agio, spesso vano, nel presente. Così distruggerà le riserve vitali che l’hanno creato, basta leggere gli scenari di un ente imparziale come l’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA), basta guardare il cielo e notare le sequenze di eventi estremi in crescita continua.

Il presente chiede di ripensare ogni comportamento e adeguare ogni scelta per respirare il futuro e farlo respirare ai nostri figli.

Nessun giorno può attendere nessuna inutile scusa, nessuna politica cieca, nessuna lussuosa ed inutile distrazione.

A noi, a tutti noi ogni giorno la missione, senza dimenticare che ogni carezza alla natura è un inno al futuro.

Ogni distrazione una condanna. Il limite è a vista.